Sesso: femmina – Età: 26 anni.

La soluzione implantare è principe quando in un soggetto giovane non vogliamo”toccare i denti contigui” ma come vediamo in questo caso clinico risulta sublime nell’ottenere risultati estetici ottimali  dove il dente sembra nascere dalla gengiva.Sfido i miei amici lettori ad individuare quale è il dente protesizzato.

Alcune informazioni cliniche:

  1. Ho  utilizzato un  moncone al titanio su eccellente impianto straumann roxolid (lega di zirconia e titanio che restituisce leggerezza e resistenza.
  2. Con una particolare dima straumann l’odontotecnico sig Pignotti ha  collocato il moncone nella sua giusta spazialità sul modello in gesso prima di modellare la corona protesica.
  3. Nel collocare il moncone in bocca utilizzando la stessa dima ho fatto coincidere la spazialità del moncone in bocca con quella del laboratorio.
  4. A questo punto è stato possibile cementare la corona così come era stata modellata in laboratorio ottenendo una notevole naturalezza.

Il lavoro protesico è stato eseguito dal sig Pignotti scannerizzando il modello in gesso e ricavando dei files che hanno consentito di generare una corona in monolite di zirconia bianca, senza metallo interno, dunque resistente,personalizzata ,naturale e precisa sinonimo di qualità e durata. Abbiamo spinto la lavorazione delle protesi al massimo livello informatico abbandonando le vecchie sistematiche manuali.

Prima

Durante

Dopo