Sesso: maschio – Età: 35 anni.

Mio compito non è quello di vendere protesi ma di donare salute e benessere alla bocca conservando il più possibile denti, ossa e gengive. Quando questo non è possibile possiamo considerare l’inserimento di un impianto.
Un impianto non va eseguito perché è la moda del momento ma solo dietro indicazioni cliniche ben precise.
Prima dell’inserimento di un impianto va fatto un accurato studio della componente ossea per evitare che una sua carenza possa determinare un rischio di durata.
La valutazione viene eseguita per casi complessi mediante tac dentale, per casi semplici come quello illustrato può essere sufficiente una valutazione clinica diretta e una radiografia endorale.
Nel caso illustrato l’impianto è stato inserito perché l’osso era adeguato.
Nella prima foto possiamo notare un osso in grado di abbracciare bene l’impianto (foto1) che inserito correttamente in posizione centrale (foto2) ci ha consentito di suturare e chiudere brillantemente il caso (foto3).
Dopo 2 mesi, il tempo necessario per far integrare l’impianto con l’osso, verrà applicato un moncone e cementata la corona protesica.

Prima

Dopo