Sesso: maschi – Età: 45 anni.

Caso molto complesso con le seguenti caratteristiche cliniche:denti superiori completamente abrasi e settori posteriori pressoché edentuli,usure dentali estese sugli incisivi inferiori che pero’ si mantenevano vitali. Notevole deficit masticatorio con possibile artrosi alle articolazioni mandibolari e possibili cefalee di tipo muscolo-tensivo in un futuro prossimo,danno  estetico con aspetto vecchieggiante dovuto all’affossamento delle guance e sporgenza mentoniera. Questo a dimostrazione che l’organo dentario non è deputato solamente alla funzione masticatoria ma interagisce con il nostro benessere psico- fisico.

Il paziente rifiuto’ qualsiasi soluzione protesica mobile,pertanto optai per una soluzione protesica fissa su denti naturali nell’arcata superiore e una riabilitazione protesica fissa su denti naturali e su impianti nell’arcata inferiore .

Ad una prima fase di bonifica del cavo orale consistente nell’estrazione di radici dentarie irrecuperabili e cure conservative delle carie seguì la devitalizzazione  delle radici superiori per potervi alloggiare dei perni in lega preziosa(perni-moncone) tali da potermi ricostituire la corona dentale persa. A questo punto collegandomi con i denti residui opportunamente limati potei applicare una protesi provvisoria fissa superiore in resina.Per garantire la masticazione in questa fase intermedia confezionai inferiormente una protesi provvisoria mobile con ganci.

L’altezza dei denti e il loro rapporto masticatorio erano completamente andati  persi, per ripristinarli mi basai su registrazioni  fonetiche facendo ripetere al paziente il fonema “S” e “F” .Essendo la  fonetica individuale e immutabile dalla nascita, potei riportare il paziente al suo vero rapporto masticatorio.Dopo una prima fase di adattamento procedetti con le  impronte definitive superiori , da cui il mio odontotecnico ricavò dei modelli che opportunamente scannerizzati (CAD-CAM)consentirono di ricavare dei file che opportunamente letti portarono al confezionamento di strutture metalliche definitive.Si eseguirono le opportune prove di “calzata” sui denti e masticatorie con relativa presa del colore.Il passo successivo fu finalizzare delle fini ceramiche ad alta valenza estetica.

Non rimaneva che riabilitare l’arcata inferiore ….rimanete sintonizzati.

Prima

Durante

Dopo